Privacy Policy Cookie Policy Rifugio Alpetto da Oncino - Escursione di Allmountainsite

Rifugio Alpetto da Oncino

Rifugio Alpetto

Il Rifugio Alpetto è il primo rifugio ufficiale del CAI dell’intero arco alpino.

Nato nel 1866 per volontà dell’avvocato alpinista Tommaso Simondi, voleva essere un punto di appoggio per l’ascensione del Monviso dalla Valle Po.

Fu presto abbandonato agli inizi del ‘900 e sostituito dal Rifugio Quintino Sella, attuale partenza per le ascensioni della normale del Re di Pietra.

Nel 1985 fu ristrutturato dall’associazione Amici della Montagna di Oncino e nel 1998 il CAI di Cavour costruì il nuovo rifugio.

La vecchia struttura fu trasformata in un museo degli albori dell’alpinismo italiano e dal 2011, è aperto agli escursionisti che lo raggiungono a piedi da Oncino.

Ho recentemente realizzato questa entusiasmante escursione, che voglio proporti quest’oggi per suggerirti nuove avventure.

Scoprire il Rifugio Alpetto

Di rientro dalle vacanze estive al mare, sono di nuovo passati un po’ di giorni dalle ultime salite in montagna al Viso Mozzo e la Guglia Rossa.

Ho proprio voglia di rimettere in moto le gambe e perdermi in mezzo alla natura, ma senza strafare, bensì con una giustificata moderazione, vista la recente inattività.

Impiego un po’ di tempo a trovare un luogo nuovo ed interessante in cui organizzare un’escursione in montagna per il giorno dopo.

Non ho voglia di passare troppe ore in macchina e nemmeno di trekking troppo impegnativi, ed è così che cercando sul web, cattura la mia attenzione il Rifugio Alpetto.

Sembra proprio il luogo che sto cercando:  vicino, raggiungibile con il giusto sforzo e avvolto da un ottimo paesaggio, che non deve mai mancare.

Nelle sue vicinanze il Monviso e anche un suggestivo laghetto; Torrenti, cascate e ampi pascoli caratterizzano l’itinerario che vi conduce.

Per concludere, le numerose recensioni che consulto, concordano sull’ospitalità e il buon cibo.

Beh, cos’altro potrei volere?

Rocca Bianca Meire Dacant
La Rocca Bianca alle Meire Dacant

Trekking al Rifugio Alpetto da Meire Dacant

È una domenica mattina, quando con Patrizia mi reco alle Meire Dacant sopra Oncino e raggiungo dove termina la strada, un ampio slargo sterrato in cui lasciamo l’auto.

La strada per salire qui su è piuttosto tortuosa e stretta, anche se asfaltata (tranne negli ultimi 100 metri), nonostante tutto troviamo un buon numero di auto di escursionisti come noi.

Raccolte le nostre immancabili attrezzature da montagna, ci spostiamo al fondo dell’area di sosta, da cui ha inizio il nostro trekking al Rifugio Alpetto.

Veniamo subito avvolti da una fitta vegetazione, infestata per lo più da felci e ortiche, per cui è consigliato avere dei pantaloni lunghi.

Il sentiero è piuttosto stretto, ma lascia in breve spazio ad un ampia zona prativa, da cui alla nostra destra sbuca una struttura rocciosa calcarea, che attira la mia attenzione.

Scoprirò essere la Rocca Bianca, raggiungibile con una salita adatta ad Escursionisti, ma a me, appassionato di arrampicata, sono le sue immense pareti rocciose che colpiscono.

Mi chiedo se qualcuno abbia tracciato o anche solo immaginato qualche via di roccia, su quello che sembra presentarsi come un calcare molto compatto.

Vallone dell'Alpetto
Nel Vallone dell’Alpetto
Trekking Rifugio Alpetto
Risalendo il Vallone di Alpetto

Nel Vallone di Alpetto

Tenendoci alla sinistra del Rio Alpetto proseguiamo in campo aperto, seguendo una traccia che presto ci conduce all’attraversamento del torrente tramite una pedana in legno.

Ci dirigiamo ora verso la Rocca Bianca, dove ci troviamo costretti ad aggirare un numeroso pascolo di mucche, che per quanto possano sembrare mansuete è meglio non sfidare.

Superato l’ostacolo torniamo a dirigerci verso sud, seguendo un sentiero che risale il torrente e il Vallone di Alpetto, con brevi e poco impegnativi saliscendi.

Del Rifugio Alpetto non si vede neanche l’ombra ancora e non si vedrà praticamente fino a quando non lo raggiungeremo.

Sempre seguendo l’inconfondibile sentiero tra bellissimi prati, ci avviciniamo ad una meravigliosa cascata che scende da una impressionante barra rocciosa.

Cominciamo così a salire su evidente traccia, attaccati alle Cascate dell’Alpetto.

Le pendenze ora iniziano a diventare più impegnative, infatti in questo tratto di salita si compie praticamente quasi tutto il dislivello positivo dell’intera escursione.

Percorriamo in costante salita alcuni tornanti, in un contesto davvero molto selvaggio e suggestivo.

Raggiungiamo la cima della barriera rocciosa che sembrava sbarrare il nostro cammino, ed entriamo ora in una profonda conca solcata dal torrente.

Salita Rifugio Alpetto
Superando la barra rocciosa verso il Rifugio Alpetto
Cascate Alpetto
La parte alta delle Cascate dell’Alpetto

Migliori attrezzature escursionismo


Arrivo al Rifugio Alpetto

Costeggiamo ora le cristalline acque del Rio Alpetto, che osserviamo scorrere verso valle prima del salto che lo immette nel Vallone di Alpetto.

Camminando attraverso ampi pascoli ce ne allontaniamo temporaneamente, continuando perlopiù in piano la nostra escursione.

Davanti a noi compatte nubi oscurano la vista dei giganti appartenenti al Gruppo del Monviso.

Non molto distante finalmente, cominciamo ad intravedere una bandiera che sventola al fianco di una elegante struttura in pietra.

Superando un nuovo ponticello anch’esso in pietra, risaliamo per alcuni metri una sella erbosa, trovandoci finalmente davanti al Rifugio Alpetto a quota 2268 m.

Sono passate un paio d’ore dalla nostra partenza dalle Meire Dacant ed è giusto ora di pranzo.

Ci gustiamo quindi la nostra polenta con formaggi e spezzatino tra sprazzi di sole e brevi coperture.

Nonostante la folta presenza riusciamo a goderci un po’ di tranquillità, avvolti da un paesaggio di incontaminata bellezza.

Rio Alpetto
Il Rio Alpetto prima di formare le cascate
Escursione RIfugio Alpetto
Rifugio Alpetto

Sulle sponde del Lago di Alpetto

Dopo esserci concessi anche una generosa fetta di torta di mele, ci spostiamo alle spalle del rifugio, per raggiungere le sponde del Lago di Alpetto.

Per qualche istante, dalle nubi in costante movimento, fa la sua comparsa anche la cima del Monviso, mentre le calme acque del lago ci aiutano a rilassarci.

Alcuni cartelli escursionistici indicano la direzione per raggiungere il Rifugio Quintino Sella, ad 1h15’ circa da qui.

Dalle spesse nuvole sbuca ogni tanto anche il Viso Mozzo; Che impressione vederlo da qui, pensando che neanche un mese fa ero nuovamente sulla sua cima.

Dopo un po’ di riposo in assoluta tranquillità e aver scattato le immancabili foto ricordo, decidiamo di riavviarci verso la macchina.

Raggiungeremo in un’ora e mezza circa il parcheggio di Meire Dacant ripercorrendo l’esatto tragitto di salita.

Lago di Alpetto
Lago di Alpetto

Conclusioni

L’escursione al Rifugio Alpetto è stata davvero una bellissima scoperta.

Abbiamo superato un dislivello positivo di 650 metri, attraverso un sentiero valutato per Escursionisti.

Durante il trekking abbiamo notato la presenza di molti bambini, alcuni addirittura piccolissimi a spalle di uno dei genitori.

La salita non presenta infatti particolari difficoltà o pericoli, fatta eccezione forse per il superamento della barra rocciosa al fondo del Vallone di Alpetto.

In questo punto è infatti necessario solo porre un minimo di attenzione, per evitare cadute rovinose dovute a distrazioni.

Se cerchi un luogo tranquillo e incontaminato in cui passare qualche ora di relax durante la bella stagione, Il Rifugio Alpetto è il posto giusto per te.

Può essere anche un punto d’appoggio interessante per compiere il famoso trekking del Giro del Viso.

Se la tua intenzione è anche solo mangiare nel primo rifugio alpino del CAI, ricordati sempre di prenotare, per non rischiare di rimanere a digiuno.

Saluti

Siamo giunti anche questa volta alla fine di un’altra bellissima escursione.

Se sono le tue prime esperienze in ambiente, ti consiglio anche la lettura di “Organizzare un’escursione in montagna”, dove apprenderai come preparare al meglio i tuoi trekking.

Mi auguro che il mio racconto ti sia piaciuto, che cliccherai quindi su like e lo consiglierai ai tuoi amici e conoscenti, condividendolo sui social.

Di seguito puoi anche lasciare un commento se lo desideri e rivivere assieme a noi l’escursione, attraverso un breve video che ho preparato per l’occasione.

Non mi resta come sempre che salutarti, dandoti appuntamento al prossimo articolo sempre qui su Allmountainsite.

A presto!


Rivivi assieme a noi l'escursione al Rifugio Alpetto

Attrezzature per la montagna


Se non vuoi perderti le pubblicazioni dei nuovi articoli, iscriviti agli aggiornamenti di Allmountainsite.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *