Privacy Policy Cookie Policy Ramponcini e ramponi - Scoprirli e scegliere con Allmountainsite

Ramponcini e ramponi

Ramponcini e ramponi

Ramponcini e ramponi sono strumenti fondamentali per affrontare i terreni ghiacciati in montagna.

Anche se apparentemente possono sembrare attrezzature equivalenti, presentano invece delle sostanziali differenze.

Scegliere quali acquistare o quando utilizzare gli uni o gli altri, è l’eterno dilemma di chi si avvicina agli ambienti glacio-nevosi senza una formazione specifica.

Quando uso i ramponcini?

Su quali terreni devo impiegare i ramponi?

Con questo articolo vorrei aiutarti a fare un po’ di chiarezza scoprendo insieme: cosa sono, come sono fatti, quali differenze presentano, vantaggi e svantaggi.

Capiremo quindi quando e su quali terreni adoperare i ramponici o i ramponi.

Al termine di questo articolo sarai sicuramente in grado di fare la tua scelta molto più facilmente.

Prima di cominciare vorrei solo ricordarti che le attrezzature non basta possederle per stare tranquilli, ma bisogna saperle adoperare bene.

Saper utilizzare ramponcini e ramponi correttamente attraverso le giuste tecniche di progressione, è quindi fondamentale per muoversi in sicurezza.

Parleremo in un futuro articolo delle tecniche di movimento, meglio conosciute come cramponage.

Cosa sono ramponcini e ramponi

Ramponcini e ramponi sono attrezzature accessorie agli scarponi da montagna, che rendono più sicuro camminare in ambienti con neve dura o ghiaccio.

Preservano infatti da scivolamenti accidentali, aumentando notevolmente la presa sul terreno.

Pur essendo destinati ad uno stesso scopo vengono però impiegati in situazioni differenti, o meglio in attività differenti.

I ramponcini sono infatti attrezzature per l’escursionismo, mentre i ramponi sono dedicati all’alpinismo.

I primi sono quindi adatti a terreni meno ardui rispetto agli altri, capaci invece di affrontare condizioni davvero estreme.

Ecco che il diverso campo di impiego determina anche caratteristiche costruttive differenti dell’uno rispetto all’altro.

Andiamo subito a vedere dunque come sono fatti i ramponcini e i ramponi.

Ramponcini da escursionismo
Ramponcini da escursionismo

Come sono fatti i ramponcini e i ramponi

I ramponcini possono essere visti un po’ come le catene per gli pneumatici.

La struttura è infatti ottenuta da un intreccio di catene, da una membrana in silicone, o da un insieme di entrambi gli elementi.

Grazie a questa struttura flessibile è possibile adattarli facilmente a qualsiasi tipo di scarponi da montagna.

Calzandoli, sotto la suola avrai dei tacchetti o delle punte in acciaio, che andranno a mordere il terreno duro.

I ramponi invece sono costituiti da un vero e proprio telaio rigido in acciaio, dove al di sotto di solito sono presenti 12 punte.

Generalmente sono regolabili per adattarli alle diverse misure di scarponi e possono essere vincolati con diverse tipologie di attacco.

Nella parte superiore del piede vengono poi fissati con delle cinghie che avvolgono caviglia e punta.

In base al sistema di collegamento i ramponi possono essere:

  • Universali: adatti alla quasi totalità di scarponi da montagna.
  • Semi-automatici: con sistema di attacco rapido solo sul tallone.
  • Automatici: con attacco rapido su tallone e punta.

Può completare questo attrezzo la placca anti-zoccolo, ovvero un inserto in gomma nella parte inferiore del piede.

Questo accessorio, non sempre presente, aiuta ad evitare la formazione di blocchi di neve ghiacciata sotto al rampone, il così detto zoccolo.

La formazione dello zoccolo è molto pericolosa, perché compromette la stabilità durate la progressione e quindi la sicurezza.

Come sono fatti i ramponi
Parti del rampone da alpinismo
Ramponi universali e semi-automatici
Ramponi universali e semi-automatici

La nascita dei ramponi

I ramponi storicamente nascono in seguito alle picozze, altro fondamentale attrezzo per l’alpinismo.

Vedono la loro comparsa nei primi del ‘900, erano degli attrezzi molto rudimentali e presentavano inizialmente 10 punte.

È negli anni ’30 che vengono introdotti quelli a 12 punte, ancora oggi i più utilizzati, nonostante siano usciti modelli addirittura a 14 punte.

Fu Amato Grivel ad ideare questa configurazione, ed il marchio Grivel continua ancora ad essere indiscutibilmente sinonimo di ramponi di qualità.

Nel tempo chiaramente si sono molto evoluti grazie all’impiego di nuovi materiali, che ne hanno aumentato le prestazioni riducendone il peso senza comprometterne la robustezza.

Oggi esistono infatti anche ramponi in alluminio.

Visto la funzione e l’importanza di questi attrezzi per la sicurezza, io personalmente preferisco ancora quelli classici in acciaio.

Differenze tra ramponcini e ramponi

Veniamo ora alle principali differenze tra ramponcini e ramponi.

I ramponcini risultano subito all’occhio più flessibili e leggeri dei ramponi, che invece hanno dalla loro parte rigidezza e robustezza.

È proprio grazie a queste due caratteristiche che questi ultimi permettono di affrontare i terreni più difficili.

Nei ramponi notiamo delle punte vistosamente più pronunciate, che garantiscono una presa decisamente più efficace anche su terreni con ghiaccio molto duro.

Entrambe le attrezzature risultano abbastanza semplici e rapide da mettere e togliere.

Come visto in precedenza i ramponi presentano su alcuni modelli le placche anti-zoccolo, mentre i ramponcini ne sono sprovvisti.

Comunque anche l’anti zoccolo o anti-bot non sempre è risolutivo.

Camminando su ghiacciaio infatti anche coi ramponi, spesso si batte con la picozza sul telaio, proprio per facilitare il distacco dello zoccolo.

La formazione di questo avviene molto più frequentemente in condizioni di neve bagnata, ed è davvero pericolosa perché compromette l’azione delle punte.

Mettere ramponcini e ramponi
Calzare i ramponcini è semplice e veloce

Vantaggi e svantaggi dei ramponcini e dei ramponi

Come ogni oggetto anche ramponi e ramponcini hanno vantaggi e svantaggi, che contribuiscono alla scelta per determinate occasioni.

Il peso a favore dei ramponcini, è sicuramente una delle caratteristiche che li contraddistingue come abbiamo già visto.

I ramponi sono necessariamente più rigidi e quindi se vogliamo più scomodi.

Con i ramponcini ai piedi puoi camminare anche su sassi senza troppi problemi.

I ramponi invece rendono difficoltoso camminare su terreni sassosi, di contro garantiscono una grande performance anche sulla roccia.

Quest’ultimi di norma presentano due punte più avanzate quasi orizzontali e quelle subito dietro a circa 45°, che consentono di affrontare pendii anche molto ripidi.

Ma allora cosa scelgo tra ramponcini e ramponi?

Dipende da quali sono i tuoi scopi!

Scegliere tra ramponcini e ramponi

Per scegliere se adoperare i ramponcini o i ramponi, personalmente ritengo tu debba semplicemente rispondere a questa domanda:

quale tipo di attività sto andando a fare in montagna?

Escursionismo o alpinismo?

Per escursioni in ambiente innevato con difficoltà tecniche contenute, quindi su pendii con basse pendenze  e brevi passaggi poco esposti, puoi sicuramente affidarti ai ramponcini.

Una conoscenza estiva del posto in cui vuoi organizzare la tua escursione in montagna, è sicuramente importante per facilitare la tua capacità di valutazione.

Dove il terreno si fa invece più complicato, usa i ramponi e aggiungerei anche la picozza.

Già, perché se ritieni che un’uscita in ambiente necessiti di adoperare i ramponi, allora anche la picozza diventa indispensabile.

È infatti solo grazie alla picozza che puoi arrestare eventuali scivolate, ma tratteremo meglio questo aspetto in un’altra occasione.

Ma su che pendenze adopero i ramponcini e quando uso i ramponi?

Non credo si possa rispondere in maniera universale a questa domanda, perché dipende molto dal tuo grado di confidenza ed esperienza in ambiente.

Pensa ad esempio a Killian Jornet che corre sui ghiacciai in scarpe da ginnastica.

Ovviamente tu non lo fare e quando non ti senti sicuro, calza i ramponcini o i ramponi appena diventa necessario.

Escursionismo
I ramponcini si usano per gite di escursionismo
Alpinismo
I ramponi si usano per uscite di alpinismo

Dove e quando utilizzare i ramponcini e i ramponi

Su quali terreni e in quali situazioni allora scelgo di usare i ramponcini e i ramponi?

I ramponcini tornano utili dove di norma effettueresti un’escursione sulle ciaspole, accompagnandoli quindi anche con i bastoni da trekking.

Quando la neve si presenta indurita ad esempio dall’azione del vento, o perché pressata dai molti passaggi precedenti, allora risultano più efficaci delle stesse ciaspole.

Si usano anche fino a primavera, nei casi in cui la tua escursione in montagna attraversi versanti poco esposti al sole, dove è possibile trovare ghiaccio residuo.

Ecco che qui può capitarti di alternare passaggi su terreno pietroso a tratti in cui è presente del ghiaccio insidioso.

I ramponi invece sono propri delle salite con terreni scoscesi, con pendii ripidi, magari con passaggi di misto su ghiaccio e roccia.

Possono essere impiegati anche per itinerari di escursionismo, che in particolari condizioni invernali diventano difficili anche solo per pochi metri.

Ricordati che una salita data per Escursionisti Esperti nella bella stagione, in inverno potrebbe già presentare difficoltà alpinistiche o simili.

Mi viene in mente ad esempio la bella cresta finale della Punta dell’Aquila, che in certe situazioni può risultare piuttosto affilata e problematica.

Sicuramente sono da indossare per uscite di alpinismo su ghiacciaio di qualsiasi difficoltà e in qualsiasi periodo dell’anno.

Se durante la fasi di pianificazione di una gita inizi ad avere troppe perplessità, allora forse è meglio scegliere i ramponi e la picozza.

Consigli su marchi e modelli

Ovviamente sul mercato esiste una variegata scelta di ramponcini e ramponi.

Come muoversi quindi in questo vasto panorama di offerte?

Per quanto riguarda i ramponcini il mio consiglio è dai uno sguardo anche solo su Amazon.

Io con una spesa minima ho trovato un ottimo modello a 19 punte in acciaio inox e ne ho acquistati due paia, per me e la mia compagna.

Leggeri, facilissimi da mettere e togliere e decisamente robusti, mi danno un grande senso di sicurezza quando li calzo anche sul ghiaccio.

Li abbiamo ampiamente testati recentemente, nelle nostre numerose salite al Monte Freidour vicino casa.

(Scoprili subito su Amazon).

Per quanto riguarda la scelta dei ramponi invece la cosa si fa un po’ più complicata.

Devi innanzitutto capire se farai poche o molte uscite e se avverranno solo su terreni facili o anche su itinerari molto tecnici.

Per salite facili, come per esempio il Gran Paradiso, il Breithorn Occidentale o la Punta Giordani, allora potrai andare su prodotti più modesti ed economici.

Indirizzandoti su uscite alpinistiche frequenti e di maggiore difficoltà , dovrai invece scegliere ramponi molto performanti.

I marchi più importanti sono sicuramente Grivel, Petzl, Camp, Salewa, ma anche Climbing Technology, che ormai si è fatta un’ottima reputazione nel mondo outdoor.

Da qualche anno nelle mie uscite in quota mi accompagnano i Grivel G12 New Matic, nella versione semiautomatica.

Rampini da escursionismo
Ramponcini
Ramponi
Ramponi

Conclusioni e Saluti

Come avrai ormai ben chiaro ramponcini e ramponi sono entrambe attrezzature decisamente importanti per la tua sicurezza.

Molto utili i primi nelle escursioni invernali e ad inizio primavera, quando sentieri spesso in ombra possono presentare ancora terreno ghiacciato ed insidioso.

Indispensabili gli altri per uscite in alta quota o su itinerari tecnici con presenza di neve dura e ghiaccio.

Come ricordato in precedenza oltre a possederle le attrezzature vanno anche sapute adoperare bene.

Vedremo quindi in futuro come utilizzare i ramponi con una corretta tecnica di cramponage.

Nel caso di uso dei ramponi, come già anticipato, valuta anche l’acquisto di una picozza, attrezzo fondamentale per le uscite su ghiacciaio.

In un prossimo articolo affronteremo sicuramente anche come utilizzare la picozza per la progressione e non solo.

Spero di esserti stato utile per comprendere meglio cosa sono queste attrezzature, differenze tra ramponcini e ramponi e quando usare gli uni o gli altri.

Se ciò che hai letto ti è sembrato interessante, metti un like e condividilo sui tuoi profili social.

Di seguito puoi approfittare dei commenti per fornire ulteriori consigli o fare domande se ti fosse rimasto qualche dubbio.

Non mi resta che salutarti dandoti appuntamento sempre qui su Allmountainsite per un nuovo articolo.

A presto!


Attrezzature per la montagna


Se non vuoi perderti le pubblicazioni dei nuovi articoli, iscriviti agli aggiornamenti di Allmountainsite.

 

Lascia un commento