Privacy Policy Cookie Policy Guglia Rossa: Valle Stretta - Escursione di Allmountainsite

Guglia Rossa: Valle Stretta

Guglia Rossa

La Guglia Rossa è una bellissima montagna piramidale delle Alpi Cozie, situata in Valle Stretta o Vallée Etroite.

Aguille Rouge sarebbe il suo vero nome, perché qui ci si trova infatti già in territorio francese.

La sua cima a 2545 metri d’altezza è posta tra i comuni di Bardonecchia e Névache, ed è proprio da quest’ultimo che si parte per raggiungerla.

Superata infatti Bardonecchia si continua a salire verso la Valle Stretta in direzione del Rifugio 3° Alpini, nei pressi del quale si lascia l’auto in uno dei diversi parcheggi.

La tariffa giornaliera del posteggio è di soli 2€.

L’intera salita supera un dislivello di circa 800 metri, con uno sviluppo andata e ritorno di 12 chilometri.

Questo itinerario è valutato Escursionisti fino al Lago Thures e poi Escursionisti Esperti dal lago alla cima.

È un trekking non difficile, ma che necessita di un po’ di dimestichezza su terreno sdrucciolevole e roccette, che caratterizzano la parte finale della salita.

La Guglia Rossa offre la possibilità di visitare la straordinaria Valle Stretta e consente di poter godere di paesaggi meravigliosi.

Sono salito più volte su questa cima, ecco il racconto di una recente avventura.

Visitare la Valle Stretta

Avendo necessità di organizzare un’escursione in montagna a più livelli di difficoltà, immediatamente mi torna in mente una precedente salita alla Guglia Rossa.

È la meta ideale, perché mi dà modo di raggiungere una bellissima cima.

Mi permette anche di dare possibilità ad altre persone, di fare una memorabile escursione al Lago Thures, immersi in un ambiente davvero mozzafiato.

È domenica 9 agosto 2020 quando insieme alla mia compagna Patrizia, mia sorella Simona e Bianca, una nostra amica, partiamo in direzione Valle Stretta.

Giusto una sosta caffè a Campo Smith a Bardonecchia, prima di salire al Rifugio 3° Alpini, luogo di partenza della nostra avventura di oggi.

La giornata è calda nonostante la quota, ma la vista si presenta subito di quelle che lasciano senza parole.

Già dal parcheggio infatti riempiono i nostri occhi il Grand Seru e il Monte Thabor, il gigante della valle.

Raccogliamo le nostre attrezzature e ci mettiamo quindi in marcia verso il rifugio.

Escursione in Valle Stretta
Alla partenza verso la Guglia Rossa
Grand Seru
Il Grand Seru dal parcheggio

Escursione alla Guglia Rossa dal Rifugio 3° Alpini

Superiamo un breve tratto in salita sotto il sole, lasciando il Rifugio 3° Alpini alla nostra sinistra.

Arriviamo ad una breve depressione, dove un piccolo guado ci introduce all’interno di un fitto bosco di conifere.

Per fortuna la prima parte del nostro trekking di oggi si svolge all’ombra di questa bellissima pineta, che ci manterrà freschi per un po’.

Saliamo seguendo numerosi tornanti nel bosco, che lasceranno qualche apertura guadagnando di quota, consentendoci così di ammirare il paesaggio.

Prima uno scorcio sui Tre Re Magi e poi fino ai più lontani Grand Seru e il Thabor.

Continuiamo a guadagnare metri fino ad un primo pianoro, quando un altro breve tratto di bosco ci introduce ad una vasta zona pianeggiante.

Alle nostre spalle ci sovrastano i Tre Re Magi: Punta Baldassarre, Punta Melchiorre e Punta Gasparre con una quota compresa tra i 2800 e i 3150 metri.

Di fronte a noi invece comincia a fare capolino la nostra meta, la Guglia Rossa o Aguille Rouge.

Tre Re Magi Valle Stretta
I Tre Re Magi arrivando al Lago Thures
Aguille Rouge e Lago Thures
L’Aguille Rouge vista dal Lago Thures

Trekking al Lago Thures

Raggiungiamo quindi in 1h20’ circa una vasta zona pianeggiante chiamata Col de Thures, in cui trova sbocco il Lago Thures o Chavillon.

Già il trekking fino al Lago Thures di per sé è una bellissima camminata non difficile, fattibile anche con bambini al seguito.

Il paesaggio è meraviglioso ed alcuni alberi sparsi danno la possibilità anche di trovare un po’ d’ombra, per ripararsi dai raggi del sole, che oggi sono davvero pungenti.

Lasciamo Patrizia e Bianca che preferiscono rilassarsi un po’ nei pressi del lago, mentre io e Simona ci avviamo di buon passo verso la cima della Guglia Rossa.

Seguendo una traccia sulla sinistra del Lago Thures ci avviamo in direzione sud-est, per poi abbandonarla poco oltre tagliando per prati e reperirne una più in alto.

In breve ci troviamo sul lungo ghiaione alla base della nostra vetta.

Seguiamo camminando svelti la stretta traccia, che procede quasi in piano senza grosse difficoltà superando anche un breve ripido canale.

Poco oltre inizia a salire in direzione di un colle proprio sotto la vetta.

Escursione Guglia Rossa
Sul ghiaione della Guglia Rossa

Sportler tutto per l'outdoor


Verso la vetta della Guglia Rossa

Raggiungiamo dopo una breve faticosa salita un colle alla base della cuspide sommitale, che già regala una vista fantastica oltre che sulla Valle Stretta, sulle Alpi del Delfinato.

Rifiatiamo prima di ripartire verso la nostra meta che ormai è veramente vicina.

Saliamo ora sempre su traccia detritica in direzione nord-est e guadagniamo velocemente quota.

Nei pressi della frastagliata cresta est dell’Aguille Rouge, torniamo a dirigerci verso sud-est salendo prima su traccia e poi su facili roccette.

Non ci sono passaggi difficili, ma è necessario un minimo di attenzione, in breve comunque raggiungiamo la vetta della Guglia Rossa.

Sono le 13:00 quando mettiamo piede sulla cima, impiegando un’ora esatta per la salita dal Lago Chavillon.

Altre persone sono già sulla sommità e addirittura abbiamo occasione di osservare un paio di cordate che stanno arrivando attraverso la cresta-est.

Salita Guglia Rossa
Gli ultimi metri verso la Guglia Rossa
Vetta Guglia Rossa
Sulla Vetta della Guglia Rossa

In vetta alla Guglia Rossa

La vetta della Guglia Rossa oggi ci regala una vista eccezionale, grazie ad un cielo praticamente perfetto.

Dal fondo valle verso Bardonecchia e il Colle della Scala a tutte le cime del circondario.

I Tre Re Magi, Grand Seru e Thabor, Jaffreau, Chaberton e il Delfinato a ovest, con ben riconoscibile la Barre des Ecrins con il suo ghiacciaio a 4102 metri.

Un paesaggio che incanta, lasciando veramente senza parole.

Qualche foto di rito, un bel video a 360° per testimoniare la magnificenza che questa cima ci sta regalando e finalmente un meritato spuntino.

Dopo esserci ripresi dalle fatiche della salita e aver goduto a sufficienza del panorama, iniziamo quindi la discesa.

Ripercorreremo l’itinerario di salita ricongiungendoci a Patrizia e Bianca all’ombra di un albero nei pressi del Lago Thures in 45’.

Un po’ di relax anche per me e Simona, prima di fare ritorno tutti e quattro assieme al Rifugio 3° Alpini e concludere una giornata stupenda con una birra a Campo Smith.

Barre des Ecrins
Le Alpi del Delfinato e la Barre des Ecrins
Vista sulla Valle Stretta
Verso il Lago Thures dalla vetta. In fondo il Grand Seru e il Thabor

Conclusioni sull’Aguille Rouge

L’Aguille Rouge è indiscutibilmente una ghiotta occasione per poter gioire delle meraviglie della Vallée Etroite.

Una cima solitaria che vanta un paesaggio a tutto tondo di indescrivibile bellezza.

Raggiungibile senza troppe difficoltà nella bella stagione, quando rimane completamente pulita dalle nevi invernali.

La sua conformazione e gli ambienti che si percorrono per raggiungerla, la rendono invece molto pericolosa nella brutta stagione, dove abbondanti nevicate danno sicuramente origine ad un alto pericolo valanghe.

Mi raccomando, non perderti l’occasione di vivere l’emozione di realizzare questo trekking alla Guglia Rossa.

Ho preparato anche un bellissimo video per aiutarti a comprendere meglio l’itinerario qui descritto.

Spero che il mio racconto ti sia piaciuto, che lascerai quindi un like e lo condividerai con i tuoi amici tramite i social.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni o vuoi lasciare un tuo parere sull’escursione, approfitta dell’area commenti che trovi qui di seguito.

Non mi rimane che darti appuntamento alla prossima avventura, sempre qui su Allmountainsite.

A presto!


Rivivi assieme a noi la salita alla Guglia Rossa e goditi anche tu lo straordinario panorama offerto dalla sua vetta.

Attrezzature per la montagna

Se non vuoi perderti le pubblicazioni dei nuovi articoli, iscriviti agli aggiornamenti di Allmountainsite.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *