Cookie Policy Arrampicata libera: qual'è il suo vero significato. Sfatiamo un mito!

Arrampicata libera o free climbing… Sfatiamo il mito!

...Passione Montagna

Arrampicata libera

Introduzione

Ciao, oggi vorrei fare luce su una credenza diffusa tra i non arrampicatori o i meno esperti.

In alcune occasioni mi è capitato che mi venisse chiesto: “Fai arrampicata libera? Ma con la corda?”.

Facciamo un po’ di chiarezza!

Molti credono che l’arrampicata libera, sia quell’attività (non saprei se definirla sportiva), resa famosa in Italia negli anni ’80 dalla Sector.

Vi ricordate Maurizio Zanolla, alias Manolo o il Mago?

Esatto! Proprio lui! Quello che arrampicava in maglia bianca e pantaloni a  3/4 bianchi a pois neri.

Si inerpicava su pareti sconfinate, sfruttando solo mani e piedi, senza l’uso della corda o di qualsiasi altro dispositivo di sicurezza.

È quella l’arrampicata libera?

Arrampicata libera - Manolo
Maurizio Zanolla alias Manolo

Significato di arrampicata libera

Certo anche quella è arrampicata libera, ma più precisamente in quel caso si parla di “Free solo”.

Ma allora qual è il vero significato di arrampicata libera?

Il free climbing, in italiano arrampicata libera appunto, è quell’attività in cui si sale una parete di roccia o una qualsiasi altra parete, progredendo esclusivamente tramite l’uso di mani e piedi.

Ma si usa la corda?

Assolutamente si! Viene utilizzata la corda ed altri dispositivi di sicurezza, impiegati solo ed esclusivamente, per preservare la propria incolumità fisica da cadute accidentali e non per progredire.

È improprio o meglio impreciso quindi, usare il termine arrampicata libera, per identificare una salita senza corda.

Nel tempo, l’arrampicata libera, ha poi visto nascere numerose varianti.

Vediamone alcune.

Varianti dell’arrampicata libera

Ora che abbiamo sfatato il mito sul significato di arrampicata libera, vediamo quali varianti esistono di questa attività.

Arrampicata Sportiva

L’arrampicata sportiva, è comunque una forma di arrampicata libera.

Anche questa si pratica utilizzando per la progressione solo mani e piedi, e i dispositivi di sicurezza per preservare la nostra vita.

Ma allora cosa è che la rende “sportiva” appunto?

Parliamo di arrampicata sportiva, quando si sale una parete di roccia già attrezzata.

Per attrezzata, si intende che, lungo la lunghezza di corda o tiro (distanza che va da terra ad un punto di sosta, o da sosta a sosta), vi sono in loco già i chiodi, spit o resinati a cui assicurarsi man mano che si sale.

Questi sono più o meno distanziati tra loro e permettono all’arrampicatore di assicurarsi durante la salita e di evitare l’impatto a terra in caso di caduta.

Al termine del tiro, vi è poi una sosta, dove l’arrampicatore si auto-assicura per recuperare il compagno e continuare la via (insieme di più tiri) o semplicemente utilizza per ricalarsi a terra.

Arrampicata Trad

L’arrampicata trad, è una forma di arrampicata libera che ha origine in Gran Bretagna.

A differenza dell’arrampicata sportiva, gli itinerari saliti in trad, non sono già attrezzati per assicurarsi, ma l’arrampicatore che sale per primo, attrezza la salita proteggendo sé e il compagno con dei dispositivi detti aleatori.

Si dicono aleatori, perché la sicurezza data da questi dispositivi (nut, friend, cordini, ecc.), dipende molto dalla bravura dell’arrampicatore di posizionarli nel modo corretto.

Questo fa si che per praticare questo stile di arrampicata, si debbano avere delle ottime competenze tecniche.

Free Solo

Il free solo, di cui abbiamo fatto un accenno all’inizio, è una forma di arrampicata libera praticata senza alcun tipo di dispositivo di sicurezza.

Questa disciplina è estremamente pericolosa, ed è riservata ad una ristrettissima elité di arrampicatori, tra cui Alex Honnold, che ne ha fatto il suo marchio di fabbrica.

Questo stile di arrampicata non permette errori!

Sono molti i free climber che praticando questa disciplina sono morti.

Arrampicata libera - Alex Honnold
Alex Honnold durante la salita sull’Half Dome in Free Solo

Deep water solo

Questa può essere definita “una variante nella variante”.

Il deep water solo infatti è un free solo, eseguito su una parete a strapiombo sull’acqua.

Viene praticato anch’esso senza dispositivi di sicurezza, ma se si cade si finisce a bagno.

Figo! Starai pensando…

Lascia perdere!

Anche questa disciplina è molto pericolosa, se si cade male in acqua, ci si può fare davvero molto male.

Peggio ancora se atterri sulle rocce.

Boulder

Il boulder o sassismo, è una disciplina che si sta diffondendo molto soprattutto nelle palestre indoor.

In realtà si pratica già dagli anni ’60 in America e a partire dagli anni ’70 in Italia.

Consiste nel salire grossi massi erratici, che vengono opportunamente “preparati” e puliti da appassionati di questa disciplina.

Nella maggior parte dei casi si esegue senza corda ne imbrago, ma alla base del masso che si vuole salire, vengono posizionati dei tappeti imbottiti (crash pad), su cui si atterra se si cade.

A tutelarci in caso di caduta, ci sono anche dei compagni detti “paratori”.

Questi ci accompagneranno durante la caduta, indirizzandoci sul crash pad.

Arrampicata libera - Arrampicata su masso
Io mentre arrampico un Bouder a Exilles (TO)

Altre varianti

Esistono sicuramente altre varianti, non sto ora ad elencartele tutte, l’importante è che tu abbia ora ben chiaro, cosa si intende, quando si parla di arrampicata libera.

Sentirai parlare probabilmente molto presto di “Lead” o “Speed”, infatti queste sono due discipline che vedrai alle prossime Olimpiadi.

L’arrampicata diventerà disciplina Olimpica a partire dalle Olimpiadi del 2020.

Ma se utilizzo i dispositivi di sicurezza, o altre attrezzature per progredire?

In questo caso non si parla più di arrampicata libera, ma di arrampicata artificiale.

Parleremo però di questo in un altro articolo.

Conclusione

Spesso, capita di sentire un uso improprio delle terminologie legate all’arrampicata, in futuro penso scriverò un articolo per approfondire questo aspetto.

Quello che volevo ottenere oggi con questo scritto, era togliere ogni dubbio sul significato di arrampicata libera.

Vorrei concludere, raccomandandoti di utilizzare sempre tutti i dispositivi di sicurezza, compreso il casco, e di fare sempre la massima attenzione a quello che fai.

Ti consiglio inoltre di non improvvisarti, ma di seguire dei corsi, possibilmente presso una scuola del CAI (Club Alpino Italiano), per imparare ad utilizzare i dispositivi nel modo corretto.

L’arrampicata è uno sport molto sicuro e davvero appagante e formativo, che può dare grandi soddisfazioni, ma può diventare davvero estremamente pericolosa se non si sa cosa fare, o se non si presta la dovuta attenzione.

Non mi rimane che salutarti, e darti appuntamento al prossimo articolo.

Se l’hai trovato interessante condividilo o lascia un commento.

Ciao a presto!

SELEZIONATI CON CURA PER TE!

Clicca sul banner per ottenere maggiori informazioni